Autodiagnosi dei difetti visivi:

miopia, astigmatismo, ipermetropia e presbiopia

Leggi sul monitor coprendo alternativamente i 2 occhi a distanza rigorosamente esatta di 2 metri con media illuminazione le lettere che via via vengono presentate ed annota su un taccuino quanti decimi hai visto.

I decimi rappresentano la misura dell' acuità visiva raggiunta: chi vede 10/10 ha una buona visione, chi vede 1/10 ha una pessima visione ed è quindi portatore di un difetto visivo (miopia, astigmatismo o ipermetropia) oppure di una patologia oculare generalmente dovuta al cattivo funzionamento della retina (retinopatia) che riceve le immagini o ad una opacità del cristallino (cataratta).

Le diottrie rappresentano la potenza delle lenti degli occhiali o delle lenti a contatto che sono necessari per vedere il meglio possibile.

La tabella presenta lettere sempre più piccole: a fianco sono indicati i decimi raggiunti.

Tabella per lontano distanza 2 mt.

Tabella snellen

Tabella di lettura (per vicino = distanza 30 cm. circa)

Porsi alla distanza di 30 cm. dal monitor e leggere ciò che c'è scritto, coprendo alternativamente uno dei due occhi.

In un giorno del lontano 1200 un vecchio maestro vetraio stava collaudando dei dischi di vetro di forma un po' rigonfia, destinati, come si usava allora, a esser legati in piombo, per fare le vetrate alle finestre.

Nei giorni precedenti egli ne aveva forniti già di tali vetri, e parecchi signori ne avevano ornati i loro bei palazzi, ma poi qualcuno si era lamentato.

Lui studiava come accertarsi della cosa. Effettivamente ci vedeva male e non distingueva i particolari della scrittura e dei disegni.

Chi riesce a leggere la prima riga scritta in caratteri più piccoli senza affaticarsi significa che ha meno di 40-42 anni ed ha una visione normale, cioè da lontano vede 10/10 oppure è un miope ma in questo caso vede male da lontano.

Chi non riesce a leggere la prima riga significa che è presbite, situazione che è normale per gli ultra quarantenni oppure è decisamente ipermetrope, necessita quindi in ogni caso di un paio di occhiali.

Se il cerchio qui sotto viene percepito perfettamente rotondo significa che siete perfettamente normali o solo miopi, altrimenti siete astigmatici o miopi astigmatici o ipermetropi astigmatici.

Cerchio

Chi non vede 10/10 significa che ha un difetto visivo di astigmatismo, miopia o ipermetropia.

  • Vedere solo 2-6/10 dalla distanza di 2 mt. (si considera visione per lontano)e vedere bene a distanza di 20-30 cm (visione per vicino) significa essere affetti da miopia, con o senza astigmatismo.
  • Se vedete bene da lontano (10/10) e anche da vicino, ma se subentra stanchezza oculare con sintomi come arrossamento, lacrimazione o mal di testa che insorgono dopo un'ora al PC o dopo lettura prolungata significa essere ipermetropi se si ha meno di 35 anni. Si è solo presbiti se si vede bene da lontano ma male da vicino se si ha oltre i 40 anni.
  • Vedere male sia da lontano che da vicino può significare essere astigmatici o miopi astigmatici o ipermetropi astigmatici.

Se il test vi dice che vedete bene sia da lontano che da vicino ci sono 2 possibilità e cioè:

  • Se avete visto 10/10 e non avete alcun disturbo nella lettura continuativa di un testo, nel lavoro al PC e quando guardate per 1-2 ore la TV è molto probabile che la vostra vista non richieda alcuna correzione.

Nel primo e nel terzo caso se volete vedere bene ed eliminare tutti i disturbi avete bisogno di un occhiale, lenti a contatto o nei casi in cui è indicato un trattamento laser ad eccimeri.

Se avete più di 40 anni e vedete molto bene da lontano e non vi stancate guardando TV, cinema, o nella guida notturna, ma vedete sfuocato dopo un po' che leggete specialmente con poca luce siete presbiti e avete quindi bisogno degli occhiali da vicino.

Se avete più di 40 anni e vedete male sia da lontano che da vicino avete bisogno di 2 paia di occhiali, 1 per lontano e 1 per vicino, oppure di un occhiale progressivo che fa vedere bene lontano e vicino.

Nelle situazioni 1 e 3 se non ci sono controindicazioni particolari è possibile eseguire un trattamento laser che vi libererà dalla schiavitù di occhiali, lenti a contatto, liquidi etc. Se il trattamento è fatto da chirurghi oculisti competenti che abbiano al loro attivo parecchi interventi eseguiti da anni con successo, non metterete più alcun occhiale.

Per le informazioni relative al trattamento laser dei difetti visivi potrete consultare il sito Internet www.miopialaser.org nel quale è spiegato nei particolari in che cosa consiste il trattamento laser e a chi è indicato, oltre ad un elenco di più di 500 casi trattati, di cui si può avere il numero di telefono.